Firenze curiosa: Il Rifrullo del DiavoloCurious Florence: | History of Florence

Firenze curiosa: Il Rifrullo del Diavolo

storia di firenze, leggende fiorentine, storie fiorentine, misteri firenzeVenendo a Firenze, se passate da piazza Duomo non si può fare a meno del vento che soffia sempre nella piazza (che in inverno si tramuta in vento di tramontana).

Quel vento è ben noto ai fiorentini, che lo conoscono come il “rifrullo del diavolo”, un curioso fenomeno atmosferico che, come molte delle “stranezze” di Firenze, nasconde le sue origini in una inquietante leggenda!

 

storia di firenze, leggende fiorentine, storie fiorentine, misteri firenze Si racconta infatti che un giorno, non sappiamo di che epoca, il diavolo stesse inseguendo un prete lungo le strade di Firenze, cercando in tutti i modi di rubargli l’anima. Una volta arrivati di fronte alla cattedrale di Santa Maria del Fiore, il povero prete disse al demonio che, prima di subire la dannazione eterna, chiese al diavolo di concedergli un ultimo desiderio: avrebbe voluto pregare per un’ultima volta. Il diavolo acconsentì alla richiesta del prete, che entrò in Chiesa. Il diavolo nel frattempo si appoggiò al Duomo nell’attesa che il prete ne uscisse.

Il prete ovviamente approfittò della distrazione del demonio per fuggire, scappando attraverso un’altra delle numerose porte della Cattedrale, senza che Lucifero se ne accorgesse.

 

storia di firenze, leggende fiorentine, storie fiorentine, misteri firenze Nel frattempo Satana, annoiato per la lunga attesa, aveva cominciato a sbuffare, sollevando così una brezza nella piazza. Una volta scoperto l’inganno con cui il prete si era fatto beffe di lui, il soffio diabolico si tramutò in un vero e proprio turbine.

Da allora, il rifrullo del diavolo non è mai cessato: ancora oggi il respiro del demonio aspetta invano nella piazza che il suo prescelto esca dalla Cattedrale…

Se volete saperne di più sulla storia e sui misteri di Firenze, ricordatevi che i nostri corsi di storia di Firenze e le nostre visite guidate sono aperte a tutti

Firenze curiosa: Il Rifrullo del DiavoloCurious Florence: | History of Florence

Cucina Italiana: La pappa al pomodoro

ricetta pappa al pomodoro, ricette italiane, ricette toscane. corsi di cucina italianaLa pappa al pomodoro è uno di quei piatti che meglio rappresenta la tradizione culinaria fiorentina e toscana in generale: fatta di ingredienti semplici che, combinati accuratamente, regala piatti gustosi e saporiti!

Vediamo gli ingredienti:

350 gr circa di pane toscano raffermo
500 gr di pomodori toscani maturi (costoluti insomma)
olio extravergine di oliva
sale e peperoncino
aglio
basilico
1 lt di brodo vegetale

ricetta pappa al pomodoro, ricette italiane, ricette toscane. corsi di cucina italianaIl procedimento:
– pelare i pomodori (sono maturi, quindi non c’è bisogno di passarli nell’acqua bollente), eliminare i semi e tagliarli in pezzi piccoli.

– far scaldare in una pentola olio e aglio. Appena l’aglio sprigiona il suo aroma,  aggiungere i pomodori e alcuni gambi di basilico.

– salare, aggiungere il peperoncino e lasciar cuocere la salsa per qualche minuto coprendo la pentola.

– tagliare il pane a pezzetti piccoli e farlo ammorbidire nel brodo vegetale tiepido. Strizzare leggermente ed aggiungere il pane al pomodoro.

– far cuocere girando sempre, per circa 15/20 minuti, finché la “pappa” comincia a prendere forma. Nel caso dovesse risultare troppo asciutta basta bilanciare la consistenza versando un mestolo di brodo.

– aggiungere delle foglie di basilico fresco strappato con le mani e lasciar riposare per un’oretta buona.

La pappa al pomodoro va servita tiepida con una spolverata di pepe e un poco di olio extravergine.

E ora… Buon Appetito!!!

Se volete saperne di più sulla cucina italiana o vorreste frequentare un corso per approfondire le conoscenze con un vero chef, date un’occhiata ai nostri corsi di cucina italiana!